sabato 20 novembre 2010

Alternativa ad Adsense: Pnet

Se sei un webmaster e cerchi una alternativa a Google Adsense per monetizzare il blog ti suggeriamo Pnet, un nuovo programma di affiliazione che promette guadagni interessanti con il sistema del pay-per-click e nuovi formati di unità pubblicitarie.

Pnet è una affiliazione creata dal gruppo di Aruba con una struttura analoga ad Adsense di Google. Il network sta vivendo una seconda giovinezza in questa fase di lancio: in realtà il sistema non è nuovo, ma vi sono dei cambiamenti interessanti che è bene considerare, specie in relazione al guadagno per click.


Il network Pnet garantisce un guadagno minimo per ogni click valido di 10 centesimi di euro, che non è affatto poco. Certo, se tutte le campagne pubblicitarie portassero solo qualche spicciolo non si andrebbe molto lontano, ma come base minima è superiore a tanti altri programmi pay per click (gran parte di loro non ha una soglia minima in tal senso).

Da quel che abbiamo riscontrato leggendo i forum degli utenti, pare che una caratteristica migliorabile possa essere la contestualizzazione degli annunci target con i contenuti testuali delle singole pagine del sito/blog. Tuttavia ci si può passare sopra, per il momento, visto che i pagamenti sono puntuali ed il calcolo dei click affidabile e corretto.

Per chi ha esperienza nel mercato del web e del guadagno online, queste caratteristiche rendono Pnet un'affiliazione quantomento da considerare, visti i margini di miglioramento. Oltre ai classici banner, inoltre, è possibile scegliere due tipologie di annunci grafici, il peel e lo skin, ad alto Tasso di click (CTR).

Lo Skin è la possibilità di utilizzare lo spazio dello sfondo (quello su cui qui compare una signora con le sue buste dello shopping, per intenderci), un sistema che suscita subito l'attenzione del lettore, sia quello abituale che quello occasionale, stuzzicandone la curiosità e quindi i click.

Il Peel è un tipo di annuncio pubblicitario che crea un'orecchietta (peel appunto) sull'angolo superiore destro dello schermo, lasciando intravedere una pagina promozionale: se l'utente è interessato cliccherà sull'orecchietta e aprirà l'intera pagina, facendovi guadagnare.

Come diciamo sempre, non esiste il sistema perfetto per guadagnare online con un blog né tantomeno si potrà trovare facilmente una Alternativa ad Adsense valida (il programma di affiliazione Google resta il migliore per tanti motivi). Tuttavia Pnet merita l'attenzione dei webmaster e degli addetti ai lavori.

17 commenti:

  1. Grazie mille! Articolo estremamente utile visto che ero alla ricerca proprio di una valida alternativa ad Adsense.

    RispondiElimina
  2. Grazie a te del commento! :) Speriamo possa esserti utile per i tuoi progetti web. In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  3. se contasse onestamente i click potrebbe avere futuro, al momento come molti programmi italiani, diciamo che ha un sistema di tracciamento click scarsino

    RispondiElimina
  4. Ciao e grazie del tuo commento. Potresti essere più preciso in merito al tracciamento dei click? Dai tuoi testi risulta che alcuni click/visualizzazioni non siano conteggiati?

    RispondiElimina
  5. La vera alternativa italiana ad adsense è AdGoffo legata al motore di ricerca Goffo.net la potete trovare al seguente link http://www.goffo.net

    RispondiElimina
  6. Sono un Luigi anch'io. Ti ringrazio della segnalazione. Mi sono iscritto, incuriosito proprio da questo post. Per adesso sembra mantenere quel che promette, relativamente alla commissione minima per click. Una nota negativa, a mio parere, è che una buona metà dei banner sono quelli loro, di aruba. D'altro canto, una nota molto positiva, è che il supporto funziona. Rispondono persone vere, a differenza del grande G.

    Luigi di www.antiebay.it

    RispondiElimina
  7. Ciao Luigi,
    sono contento di averti incuriosito con questo post. Mi trovi perfettamente d'accordo sui lati negativi e quelli positivi: ho adottato anch'io Pnet su un mio progetto e ho potuto riscontrare il suo funzionamento. Tuttavia la pecca più grave, a mio giudizio, è il fatto di non avere a disposizione annunci testuali ma solo banner illustrati: forse anche più del 50%, per la mia esperienza, sono quelli dei servizi Aruba, che, tra le altre cose, non c'entrano nulla con l'argomento del sito in questione.
    Mettiamola così: Pnet non è un'alternativa ad Adsense eccellente, ma rappresenta un principio interessante che dovrà fare tanta strada. Speriamo la facciamo rapidamente.

    RispondiElimina
  8. Ciao, grazie per l'articolo,
    ma si possono usare in contemporanea sia adense che questo di aruba?

    RispondiElimina
  9. Ciao Antonio,
    gli annunci Pnet sono compatibili con quelli di Google, e-Dintorni, Heyos etc.
    Per quanto concerne il programma AdSense, è bene evidenziare gli annunci che non sono appartenenti al circuito Google mettendo magari un'etichetta del tipo: "Sponsor PNet".
    E' importante non fare il contrario: gli annunci Adsense possono essere etichettati SOLO con le parole "Pubblicità" o "Link Sponsorizzati".

    RispondiElimina
  10. Personalmente ho provato a sostituire i banner adsense con pnet nelle stesse identiche posizioni con dreamweaver, rendono circa un quarto quando va bene (parlo di circa 100.000 visualizzazioni), rimane comunque una buona alternativa per diversificare. A parità di posizione vedo cmq che i click sono molto meno, dipende dai banner (alcuni sono fatti veramente male!) e dalla mancata contestualizzazione

    RispondiElimina
  11. simpatico suggerire pnet con poco più sopra gli annunci di google:)

    RispondiElimina
  12. Beh, in realtà non abbiamo suggerito, diciamo piuttosto che abbiamo recensito questo payperclick italiano: ci è sembrato giusto farlo conoscere ai webmaster che ancora ne ignorassero l'esistenza.
    Inoltre il post è dedicato alle "alternative ad Adsense" e la conclusione, per quanto si riconosca la buona volontà del prodotto di Aruba, è abbastanza laconica.

    RispondiElimina
  13. adsense quando arrivi a ritirare i soldi non paga mai ti trovano sempre una scusa...meglio payclick paga al raggiungimento di 30€ e soprattitto...paga davvero!!!!

    http://ad.payclick.it/affiliates/signup.php?a_aid=6ccd985b

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adsense è un prodotto Google e, nonostante non manchino i problemi, segnalati ampiamente sul loro forum, direi che è alquanto improbabile che "non paghi mai e trovi sempre scuse" per non farlo. Perlomeno non ci risulta.
      Ok che l'obiettivo del commento era lasciare il link affiliato per Payclick, ma c'è modo e modo di farlo.
      Ad ogni modo lo lascio va...

      Elimina
  14. Se pagassero i publisher sarebbe ancora meglio.
    io lo ho usato e non mi hanno pagato.
    affiliateid=2723

    Ti fanno rimbalzare come una palla da un operatore ad un altro, ti dicono che il bonifico è stato fatto ma in realtà non pagano.

    ho messo il mio id affiliato, se ci fosse qualche operatore pnet aruba che vuole replicare sono qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A differenza del commento precedente, il link affiliato qui ha un senso. Speriamo che qualcuno dell'azienda legga il commento e ti diano una risposta.
      Magari è solo un equivoco.
      In bocca al lupo

      Elimina
  15. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails